Workshop Intensivo di Didgeridoo

2 GIORNI – Workshop Intensivo di Didgeridoo

 

8 e 9 Ottobre 2016

Luogo: Regione Montebruno 2/A (“Arti e Tradizioni” associazione culturale)
La durata: 
La durata del seminario è di 14 ore, divise su due giorni.

Dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 17 di entrambi i giorni.

Argomenti di lezione: 
Gli argomenti del primo giorno, generalmente trattati nei corsi di livello base, verranno trattati maggiormente dal punto di vista dell’insegnamento e della registrazione in studio oltre a livellare eventuali lacune o differenze di vocabolario.

 

1° Giorno

– Strumento, caratteristiche dimensionali ed influenze sul suono. 
Principi base sul didgeridoo
Parti costitutive del didgeridoo
Differenti tipi di strumento
Caratteristiche sonore del didgeridoo
Utilizzo degli armonici
Utilizzo della dinamica del suono
Cos’è la backpressure
Cenni su differenti tipi di costruzione degli strumenti con vari tipi di materiale.

– Manutenzione e cure 
Manutenzione
Le crepe, come nascono
Come riparale

– Introduzione al suono 
Cenni sulla fonetica
La postura
Il suono base e posizione dell’imboccatura

– La respirazione e il didgeridoo. 
Respirazione circolare.
Respirazione di guance, di mandibola o di lingua.
Respirare a tempo
Respirazione passiva.
Respirazione sul toot

– I suoni 
Armonici
La Voce
Rolling
Wok
Jaw drop e Overdrive
Effetto tromba o TOOT

 

2° Giorno

– Tecniche per comporre ritmi 
Enfatizzazione della respirazione circolare
Lingua (Tongueing)
Double Tonguing
Tecnica di gola

Wobbleing
Lo stoppato

 

– Cenni su Metodi di scrittura di parti di didgeridoo.

Trasmissione orale

Cenni su tecniche di scrittura per musica contemporanea

Notazione classica per trascrizione ritmi per didgeridoo

 

– Composizione e strutture

Esercizi di composizione solista e in band (in analogia alle partiture analizzate in precedenza)

 

Contributo per le due giornate : 
100€ incluso il CD “Yidaki Compilation”

 

Pasti e pernottamento : 
E’ possibile pernottare e cenare in molti dei ristoranti e strutture ricettive della zona:

Chi volesse dormire in economia, potrà fermarsi in associazione (con proprio sacco a pelo) con un piccolo contributo.

Per i pranzi è possibile mangiare con noi in sede o con pranzo al sacco (in modo da non disperderci durante la lezione).

I pasti comprendono: primo, secondo, contorno, vino e frutta con porzioni abbondanti e buona cucina casalinga.

 

A chi è indirizzato: 
– suonatori di didgeridoo che abbiano intenzione a breve di tenere i prime esibizioni in pubblico
– suonatori che pur suonando in privato siano fortemente motivati a migliorare le proprie conoscenze sull’argomento;
– suonatori di didgeridoo che, pur suonando a livello semiprofessionale o professionale, necessitino di spunti per migliorare ed ampliare il proprio repertorio,
– insegnanti di didgeridoo che vogliano acquisire conoscenze più approfondite sul didgeridoo per migliorare il proprio insegnamento e trarne spunti.

 

Perché partecipare: 
– per comprendere meglio ciò che si sa già fare
– per migliorare la conoscenza sui differenti strumenti
– per rispondere alle domande a cui non avete trovato risposta
– per comprendere ciò che in passato si conosceva esclusivamente come verità fondamentale
– per scoprire argomenti e materiale nuovo di cui si ignorava l’esistenza
– per trovare spunti di insegnamento per i propri allievi

Per chi non è conveniente partecipare: 
– chi non sa fare la respirazione circolare
– chi volesse solo imparare a suonare nuovi ritmi in modo meccanico
– chi volesse suonare per la maggior parte del tempo del seminario

Requisiti: 
È opportuno che ognuno porti con se uno o più strumenti tra i suoi preferiti, questi faranno parte integrante del materiale di lezione.

 

Info e prenotazioni: contatti